...per il recupero della memoria storica, per la difesa, il riscatto ed il futuro del popolo meridionale, per una vera rappresentatività politica del Sud...

mercoledì 30 dicembre 2015

CRESCE SEMPRE DI PIU' LA COMMUNITY DEL PARTITO DEL SUD ! 23.000 A DIFESA DEL SUD !


Cresce sempre più la Community che quotidianamente segue il Partito del Sud anche su facebook, oggi siamo arrivati a 23.000 fan !
Con questo risultato siamo di gran lunga la maggior Community su facebook fra tutte quelle di movimenti politici/partiti meridionalisti o..."sudisti".
Lo stesso dicasi su Twitter su: https://twitter.com/PdSUD
Continuate a seguirci e non ve ne pentirete; quotidianamente posteremo oltre alle notizie dell'attività del nostro Partito, approfondimenti politici ma anche curiosità, notizie sulla cultura e sulla vera storia del Sud come non avete mai avuto modo di sentire.
Grazie a tutti per il sostegno ed il supporto.

Staff Amministratori



mercoledì 23 dicembre 2015

AUGURI DI BUON NATALE E BUONE FESTE ! #ConilSudsiRiparte






Auguri di Buon Natale e buone feste a tutti gli amici del Partito del Sud, ai militanti, ai simpatizzanti, ai tanti amici che ci seguono sui social network, ai  meridionalisti e alle loro famiglie. Auguri a tutti!!
#ConilSudsiRiparte.

Natale Cuccurese
Presidente Nazionale del Partito del Sud


martedì 22 dicembre 2015

IN SPAGNA GRANDE AFFERMAZIONE DI PODEMOS! COMPLIMENTI DAL PARTITO DEL SUD.


di Natale Cuccurese

Podemos secondo partito più votato di Spagna, davanti ai socialisti.
Dalla Spagna un segnale di speranza per l’Europa che vuole cambiare e per il consolidarsi di una nuova sinistra europea che riparta da un'azione decisa di contrasto alle politiche di austerità.

Come scritto nel nostro comunicato di sostegno di lunedì 13 dicembre,"che l’azione degli amici spagnoli, nostri ospiti al V° Congresso Nazionale di Napoli dell’ottobre scorso, sia di esempio e stimolo anche per la formazione in Italia di un coeso fronte popolare progressista che scardini e spazzi via per sempre la malapianta del consociativismo e dell’unanimismo.

Internazionalizzare le comuni lotte può essere inoltre d'aiuto per spezzare le logiche tecnocratiche di questa Europa, per favorire l'affermarsi di una nuova Europa più rispettosa dei popoli e delle loro autonomie. "

Grazie Podemos!

sabato 19 dicembre 2015

Report convegno sulla Sfida della sinistra da Napoli..Noi del PdelSUD c'eravamo..




Convegno stamani, Sabato 19/12/2015, a Napoli dal titolo "DA NAPOLI LA SFIDA DELLA SINISTRA PER L'ITALIA".
Interventi tra il pubblico presente (circa 200 persone...) tra cui Omar Suileman palestinese residente a Napoli da 28 anni con una sua conosciuta attività commerciale per un saluto a nome della comunità palestinese e Gennaro Di Vaio, regista popolare della zona di Scampìa vincitore di importanti premi per i suoi "corti"e documentari.
L'Assessore del Comune di Napoli Sandro Fucito di Rif. Comunista ha evidenziato le cose fatte a Napoli da quest'amministrazione che sono un esempio di Sinistra concreta sul territorio.
Intervento poi del Senatore di  S & L Peppe De Cristofaro che ha invitato la sinistra oltre che ad unirsi a farsi un'autocritica per progettare, sugli errori commessi, una nuova propositività.
La giornalista Luciana Castellina ha raccontato un pò, anche lei in fase autocritica rispetto allo stato attuale, la sua esperienza di storica militante di sinistra.
Ha chiuso il sindaco di Napoli Luigi de Magistris auspicando che l'alternativa esperienza amministrativa di Napoli possa diventare un esempio di progetto nazionale,ricevendo un sentito consenso anche di applausi.
Noi del Partito del Sud, invitati, c'eravamo, scambiando tra l'altro opinioni e confronti con i relatori.

Partito del Sud - Napoli








lunedì 14 dicembre 2015

Il Partito del Sud sostiene Podemos alle elezioni politiche spagnole del 20 dicembre 2015.



                                            

                          
I meridionalisti progressisti del Partito del Sud lanciano un appello ai tanti meridionali residenti in Spagna, e comunque a tutti i progressisti, affinchè non facciano mancare alle prossime elezioni spagnole del 20 dicembre il loro sostegno a Podemos.

L’identità di vedute e la vicinanza di ideali e comuni battaglie con la formazione di Pablo Iglesias, come dichiarato da Natale Cuccurese, Presidente Nazionale del Partito del Sud, “ è evidente e basata su una visione gramsciana della politica, sul rispetto e l’applicazione del dettato costituzionale in Spagna come in Italia. L’ottica repubblicana nonché la comune radice progressista fanno si che la lotta di Podemos
per l’affermazione di questi principi in Spagna ci accomuni in questa battaglia.”

Che l’azione degli amici spagnoli, nostri ospiti al V° Congresso Nazionale di Napoli dell’ottobre scorso, sia di esempio e stimolo anche per la formazione in Italia di un coeso fronte popolare progressista che scardini e spazzi via per sempre la mala pianta del consociativismo e dell’unanimismo. 

Internazionalizzare le comuni lotte può essere inoltre d'aiuto per spezzare le logiche tecnocratiche di questa Europa, per favorire l'affermarsi di una nuova Europa più rispettosa dei popoli e delle loro autonomie.

Segreteria Nazionale Partito del Sud

http://www.partitodelsud.eu


giovedì 10 dicembre 2015

La campagna di adesione al PdelSUD riprende con il Tesseramento 2016


TESSERAMENTO


La campagna di adesione al Partito del Sud è ripresa, con il nuovo tesseramento 2016.


Le quote di adesione anche per quest'anno restano invariate:
  • 20 Euro per Soci Ordinari; 
  • 50 Euro per Soci Sostenitori
  • 10 Euro quota ridotta solo per Disoccupati, Studenti, Casalinghe e Pensionati; 
E' possibile aderire al partito con diverse modalità. 

On line, con pagamento della quota tramite paypal o bonifico bancario
  • Compilare la "Domanda di Tesseramento 2016" in calce
  • inviare il modulo di adesione compilato e scannerizzato via mail a partitodelsud.roma@gmail.com o info@partitodelsud.eu
  • effettuare il pagamento della quota tramite paypal nella sezione "Donazioni" oppure tramite un bonifico al nostro conto nazionale: intestato a Filippo Romeo (Tesoriere PdSUD) coordinate IBAN: IT11G0760111800001015934605
Tramite sezione o referente territoriale.

Per le adesioni tramite le nostre sezioni locali, la consegna della domanda di adesione ed il pagamento della quota può essere fatto rivolgendosi ai nostri presidi sul territorio (vedi "Contatti")




✄ -------------------------------------------------------------







PARTITO DEL SUD


DOMANDA DI ADESIONE – TESSERAMENTO - ANNO......




Il/La sottoscritto/a: …………………………...................................


nato/a il:………..…..................      
                       
a:……..........................……………………… (*)


Residente a:………………………… PROV.…….. 

in:…………………………….................... (*)


Documento TIPO:………………...N°……………………………

Professione ……………………


Tel. casa: ..……………. Cellulare: ………….………… 

email: ……………………..………….…


Presa visione dello Statuto di quest’organizzazione, disponibile ai siti:




Chiede di aderire al Partito del Sud



 Nuova adesione        Rinnovo


 Adesione online        Adesione tramite Sezione PdSud di………….




Pag.1/2

✄ -------------------------------------------------------------




NEL CASO DI ADESIONE TRAMITE SEZIONE



Firma leggibile Coord. Territoriale a cui è pagata la quota 


.............................................................



Aderisce come:



 Socio Ordinario - quota ridotta (quota min. 10 Euro)



 Socio Ordinario (quota min. 20 Euro)               



 Socio Sostenitore (quota min. 50 Euro)


Con l’adesione il socio dichiara l’impegno a versare la quota sociale prevista, di rispettare lo Statuto, le regole, i principi e la linea politica dell’organizzazione nonché tutte le direttive e le disposizioni decise nelle Assemblee sociali, dal Consiglio Direttivo e dagli organi competenti.




Data e Firma Leggibile


------------------------------------------------


Dichiara inoltre di non essere mai stato condannato per reati dolosi con sentenza passato in giudicato o rinviato a giudizio per reati di associazione a delinquere, concussione, corruzione ed altri reati gravi simili nell’ambito dei rapporti con la P.A.
A tal proposito, prende atto che eventuali false dichiarazioni comporteranno l'immediata espulsione dall’Associazione
                                                                                                                                               


Data e Firma Leggibile


------------------------------------------------


Concede al Partito del Sud l’autorizzazione al trattamento dei dati ai sensi della D. Lgs. 196/2003


Data e Firma Leggibile


------------------------------------------------


martedì 8 dicembre 2015

08/12/2007 - 08/12/2015 Il Partito del Sud compie otto anni. BUON COMPLEANNO AL PARTITO DEL SUD !!



Il giorno 08/12/2007 nella sala congressi dell'Hotel Serapo di Gaeta veniva fondato come Partito a livello nazionale, su idea di Antonio Ciano che localmente l'aveva creato a Gaeta dal 2001, il Partito del Sud.


Negli otto anni dalla fondazione il Partito del Sud è sempre stato presente ogni anno, con il proprio simbolo, a elezioni nazionali, provinciali e comunali; inoltre a convegni, volantinaggi, trasmissioni televisive locali e nazionali, comizi, dibattiti e tante altre manifestazioni.

BUON COMPLEANNO E CENTO DI QUESTI GIORNI AL

 PARTITO DEL SUD !!



domenica 6 dicembre 2015

Dirigenti ADI del PdelSUD informano: Premio Compasso d'Oro ad un campano..


Riceviamo comunicazione da nostri dirigenti del Partito del Sud che ricoprono ruoli direttivi nell'ADI (Associazione Disegno Industriale) che : 


Michele Cuomo ha vinto il Compasso d’Oro International Award con la pasta "Canna di Fucile 2011" del Pastificio f.lli Setaro.
Lo straordinario riconoscimento premia un progetto legato alle manifatture storiche e all’innovazione tecnologica.
Complimenti vivissimi a Michele e un segnale di fiducia per tutti gli operatori del design regionale.

ADI Campania

lieti che un campano, figlio del Sud e quindi della nostra terra, possa fregiarsi d'un riconoscimento così prestigioso di caratura internazionale.

Partito del Sud -Napoli








venerdì 4 dicembre 2015

Why not...de Magistris racconta..Noi del PdelSUD c'eravamo...come sempre..


Ieri sera Giovedì 0/12/2015 alle 20,30 c/o il Cinema Metropolitan di Napoli, il sindaco di Napoli Luigi de Magistris ha ripercorso e raccontato le sue disavventure giudiziarie di ex Magistrato in quel di Calabria. Sala strapiena d'un uditorio attento e partecipe.
Sul palco con lui il giornalista Sandro Ruotolo e il suo amico magistrato catanese Felice Lima. Il tutto alternato da video sullo schermo retrostante e due letture d'un attor giovane, come la lettera di Salvatore Borsellino e quella delle dimissioni di de Magistris indirizzata all'allora Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano.
Serata intensa e coinvolgente durata oltre tre ore.
Noi del Partito del Sud c'eravamo..come sempre....

Partito del Sud - Napoli






lunedì 23 novembre 2015

Il Partito del Sud presenta il nuovo logo




https://www.youtube.com/watch?v=TQ6Ldf2iiTA



COMUNICATO STAMPA

UN NUOVO SIMBOLO PER IL PARTITO DEL SUD
Il Partito del Sud , partito meridionalista e progressista, nel suo ultimo congresso, celebratosi a Napoli lo scorso 24 ottobre, ha deciso democraticamente con il voto degli iscritti di modificare il proprio simbolo, scegliendo fra varie e diverse proposte grafiche. Tale decisione nasce da una mozione che, raccogliendo le riflessioni di più soci, in buona parte campani, ha portato alla nuova scelta condivisa.
La nuova immagine rappresentata dal nuovo simbolo del Partito del Sud rende, anche graficamente, più chiara la proposta, la collocazione e la crescita politica del partito adeguandola maggiormente ai tempi. D'altro canto, il vecchio simbolo, prevalevano eccessivamente i riferimenti storici e poco il percorso politico seguito.
Nessuna volontà di rinnegare appartenenze storiche e battaglie per la memoria e la verità storica quindi, ma solo un riequilibrio grafico dove il riferimento storico resta comunque presente, ma non unico e prevalente come in precedenza.
IL NUOVO SIMBOLO del PARTITO DEL SUD, che rappresenterà già da quest’anno il Partito nelle varie competizioni elettorali, si presenta, nella descrizione del suo ideatore, l'Arch. Bruno Pappalardo, “come una piastra circolare di colore rosso con simboli gialli e iscrizioni bianche. Al di sotto della denominazione del PARTITO grossa e centrale, la precisa collocazione delle idee e della nuova visione evolutiva di una realtà democratica al SUD di stampo progressista, ecco perchè l’inclusione di “MERIDIONALISTI PROGRESSISTI” che germina convinta nel terreno fertile delle idee di Gramsci, Dorso e Salvemini e di tanti padri generosi del meridionalismo storico.“
Il nuovo simbolo rappresenta quindi, come dichiarato dal Presidente Nazionale Natale Cuccurese, “un meridionalismo contro ogni forma di esterofobia, di discriminazione, coabitante con la legalità e i diritti, oggi sottratti primariamente ai deboli. Quella del Bene Comune da restituire a chi socialmente viene emarginato, ai lavoratori, ai disoccupati, a coloro che subiscono, in qualunque forma, il disagio del bisogno. Esso è anche plurale ed è, quindi, accanto a tutti coloro che lottano per la crescita morale e culturale, produttiva e solidale, equa, sicura e gravida di idee per la salvaguardia dell’ambiente. E’ contro l’arroganza annidata sia nelle istituzioni che in spietate cosche che destituiscono democrazia e civiltà.
E’ quello che lotterà per il Sud, luogo delle radici, dell’identità storica e suolo italiano massacrato da una infida forma di colonialismo, generatosi da una torta storia e da un unitarismo strumentale la cui collera, se resta, andrà superata. Sarà, dunque, pronta a ripartire e costruire un nuovo terreno di fiscalità prolifica macroregionale.”
Dunque, il ROSSO acceso del campo circolare ricorda il colore del sangue versato per le libertà dai partigiani che in ogni epoca pagarono con la vita la loro passione per la propria terra. E ancora il sangue degli operai nelle fabbriche, dei braccianti nei campi e di tutti i caduti al servizio dello Stato e della Giustizia nella lotta contro le mafie e la criminalità.
Su quel colore Rosso, in alto, nel simbolo, troviamo raffigurato l’INFINITO, di colore GIALLO rappresentato dal numero “otto” rovesciato da cui sembrano partire e allargarsi nuovi orizzonti.
Inserito in basso inserito nella scritta SUD, troviamo il simbolo giallo del giglio, segno e ricordo di un racconto storico offeso, attraverso il quale si chiede il ripristino di una verità storica, quella del sud, fin qui rimossa e umiliata .
Il nuovo simbolo del Partito del Sud indica con chiarezza un impegno verso il “FUTURO”, un impegno per i nostri figli perché possano decidere di partire, oppure di restare nella propria terra in piena libertà e senza alcun tipo di condizionamento.
Il nuovo simbolo rappresenta l'impegno del Partito del Sud verso questa terra, verso i diritti spesso dimenticati delle donne, degli uomini, dei giovani che la abitano.
NOTE SUL PARTITO DEL SUD:

Il Partito del Sud, è stato già presente con la propria lista in alcune circoscrizioni, alle ultime elezioni politiche nazionali del 2008 e del 2013, dalla sua fondazione, nel 2007, è sempre presente ogni anno con proprie liste ad elezioni amministrative da sud a nord della penisola. Fra queste sicuramente degne di nota cui quelle di Napoli del 2011 a sostegno di Luigi de Magistris.
Per ulteriori informazioni sul Partito del Sud e le sue attività è possibile visitare il portale nazionale: http://www.partitodelsud.eu
mail: info@partitodelsud.eu

sabato 21 novembre 2015

de Magistris sul tentativo d'esproprio sull'acqua pubblica



De Magistris: sull'acqua non consentiremo di espropriare la sovranità popolare


giovedì 19 novembre 2015

Decreto di de Magistris ad Andrea Balìa (PdelSUD) sull'Autonomia per la città di Napoli!



La nomina con Decreto Sindacale sull’Autonomia per Napoli ricevuta dal Sindaco di Napoli Luigi de Magistris in data 18/11/2015, che ringrazio per la fiducia,  non può che inorgoglire il sottoscritto e con me tutto il Partito del Sud.
Sono infatti convinto  rappresenti  il riconoscimento per  il lavoro instancabilmente svolto in questi anni dalle donne e dagli uomini del Partito del Sud a sostegno del Sud e della sua Autonomia, del meridionalismo progressista e del Sindaco di Napoli.
Tengo a sottolineare  che il  nostro sostegno dalla prima ora a Luigi de Magistris nasce dalla considerazione che la sua amministrazione abbia tracciato in questi anni per tutto il meridionalismo progressista, e più in generale per il futuro del sud, una linea di non ritorno per il riscatto della nostra Terra, rappresentando l’azione del Sindaco de Magistris ,nei fatti e non nelle vuote chiacchiere, quello che da sempre diciamo e per cui lottiamo. Ecco perché come Partito del Sud abbiamo sostenuto, sosteniamo e sosterremo, come sempre senza indugi, Luigi De Magistris a Sindaco di Napoli anche alle prossime elezioni amministrative.
La città non può cadere in mani che ampiamente, nel passato e nel presente, hanno dimostrato di non amarla e di non rispettarla. Il Sud non può permettersi di perdere la propria Capitale, soprattutto nel momento in cui il suo Sindaco è sinceramente autonomista e meridionalista. Sarebbe una iattura che significherebbe tornare ad essere ricacciati indietro di anni nella nostra lotta per il riscatto del Sud. Vincere le prossime elezioni comunali di Napoli  invece significa continuare sulla strada intrapresa del riscatto identitario, dell’orgoglio d’appartenenza, proseguire sulla strada della buona amministrazione e della riconquista della legalità.
Il lavoro del governo de Magistris per Napoli rappresenta inoltre con la sua stessa esistenza un messaggio di sfida lanciato a quelle incrostazioni politico – affaristiche - mafiose che da sempre avvelenano l’intera Italia, incarnando contemporaneamente quella speranza di riscossa che batte nei petti di tanti cittadini onesti, da Sud a Nord.
Sono già al lavoro, con  il sostegno di tutto il Partito del Sud, per apportare e riversare nel prossimo programma elettorale del Sindaco di Napoli tutti gli argomenti cari a noi meridionalisti progressisti in tema di autonomia, nella certezza che questo tema partendo da Napoli potrà continuare ad illuminare non solo la Capitale del Sud, ma anche rappresentare un nuova solare alba di libertà e riscatto per tutto il Paese, da Sud a Nord.

Andrea Balia 




La notizia sul giornale "Roma" di oggi 19 Novembre 2015


mercoledì 18 novembre 2015

Targa scoperta da de Magistris a Napoli su Prima Stazione Ferroviaria d'Italia!




In seguito alla meritoria iniziativa del 31° Circolo Didattico di Napoli, unito in Istituto Comprensivo con la Scuola Media “Paolo Borsellino”. cerimonia ufficiale di riconoscimento ad un monumento vanto di Napoli, di quella che fu la prima stazione ferroviaria italiana inaugurata 176 anni fa.
La Targa scoperta dal sindaco di Napoli Luigi de Magistris, che dimostra ancora una volta la sua disponibilità ed attenzione a certi temi doverosi al rispetto della memoria e della verità storica delle nostre terre, al di là di sterili e continue polemiche nei suoi confronti da parte d'un inappropriatamente lamentoso mondo sudista.

DA QUESTO LUOGO
IL 3 OTTOBRE 1839
PARTI’
IL PRIMO TRENO DELLA PENISOLA ITALIANA
ORGOGLIO DELLA CITTA’ DI NAPOLI 

questo il testo sulla targa scoperta dal Sindaco



Fonte foto :Comitati Due Sicilie

Partito del Sud - Napoli


domenica 15 novembre 2015

Strage in Francia, vicinanza al dolore dei francesi. La guerra, la violenza, l'odio, non sono mai la soluzione, per nessuno.



di Natale Cuccurese

Ovunque fiumi di retorica. Mentre in Francia tutti i politici si uniscono nel dolore e sospendono la campagna elettorale, da noi Salvini continua a ripetere il suo mantra fatto di odio e toni esasperati. In Francia vince il senso dello Stato, da noi, senza vergogna, quello del ridicolo. Onore ai francesi, vicinanza al loro dolore, rispetto per i loro morti che sentiamo anche nostri. Continuando a seminare per il mondo odio, guerra e distruzione la situazione non potrà che peggiorare in una spirale di violenza senza fine. È urgente un cambio di passo a livello mondiale. Si rispettino finalmente i diritti e le specificità di tutti i popoli. La guerra, la violenza, l'odio, non sono mai la soluzione, per nessuno.

sabato 14 novembre 2015

Conferenza a Napoli di S & L su legge di stabilità e meridione.Relatore anche de Magistris. Noi del PdelSUD c'eravamo..



Ieri Venerdì 13/11/2015, invitati dal Coordinatore Prov.le di Napoli di S & L Carlo Giordano, abbiamo partecipato come Partito del Sud (Andrea Balìa Vice Presidente Nazionale e Bruno Pappalardo Resp.le Prov.le di Napoli) alla Conferenza c/o la Sala Nugnes del palazzo del Consiglio Comunale di Napoli dal titolo "Le proposte della Sinistra" su  legge di stabilità e meridione.
Relatori Carlo Giordano Coordinatore Prov.le di S & L, il prof. Masina dell'Università Orientale di Napoli, il Presidente del Gruppo  S &, L alla Camera Arturo Scotto, il sindaco di Napoli Luigi de Magistris, e Raffaella Casciello Rappresentante ACT. 
Ampia analisi sul tema con le sue inefficienze frutto d'una politica governativa neo liberista e di grande disattenzione alle problematiche del Sud.
Il sindaco Luigi de Magistris ha sottolineato, con nostra grande condivisione, l'esigenza d'una politica che si rifaccia ad un meridionalismo di sinistra propositivo e portatore della questione morale, non legato a vecchie logiche d'un sudismo col "cappello in mano" la cui inefficienza è stata ampiamente dimostrata da più di 150 anni.




Partito del Sud -Napoli



sabato 7 novembre 2015

Contro il fascismo, il leghismo..il Partito del Sud c'è..sempre..al Sud come al Nord..



IL PARTITO DEL SUD PRESENTE ALLA MANIFESTAZIONE ANTIRAZZISTA E ANTIFASCISTA DI BOLOGNA DOMENICA 8 NOVEMBRE IN PIAZZA XX SETTEMBRE

Il ritrovo per tutti gli amici del Partito del Sud è per le 10.00 in Piazza XX Settembre sotto le nostre bandiere.
Parteciperemo in modo pacifico e democratico a questa manifestazione contro la deriva razzista e fascista che avanza in Italia, ben supportata dagli schermi televisivi ove da anni è permesso al leghista Salvini di diffondere odio impunemente.




venerdì 6 novembre 2015

Sud, tra Masterplan, Svimez, calunnie e conti che non tornano



Michele Dell'Edera

E finalmente ieri sono uscite “le prime 10 pagine” del MasterPlan che il Governo sta preparando per il Sud. Si, le prime dieci pagine, perché non può essere diversamente visto che leggendolo ci si rende subito conto, come fa anche notare il Prof. Viesti in alcune sue considerazioni, che si tratta di “un indice” per argomento e che nessun argomento è sviluppato fino in fondo.

Abbiamo capito due cose però, che ci sono fino al 2023 95 miliardi da investire a sud, 7 già nel 2016, e che ci saranno 15 Patti per il Sud, otto con le relative regioni del Mezzogiorno e 7 con le città metropolitane.

Pare però che i 95 miliardi (comunque i benvenuti) non sono altro che fondi strutturali già destinati al Sud (quindi fondi UE già del Sud) e che adesso vengono sbloccati e rivestiti della nuova etichetti di “fondi del Masterplan”. Masterplan che ad oggi viene calato dall’alto e non ancora condiviso tra le regioni e le città metropolitane.

Ecco però che il Governo su quest aspetti corre ai ripari e promuove un Patto per il Sud per ciascuna regione e per ciascuna Città Metropolitana. Si dirà: “benissimo”, ma così si torna alle vecchie programmazioni bilaterali che non faranno altro che aprire la caccia all’accaparramento dei fondi da parte di ciascuna regione e di ciascuna città metropolitana, innescando una sorta di guerra fratricida e tra poveri.

Invece il sud avrebbe bisogno ancora di una visione globale dell’investimento, di un protagonismo forte delle regioni e delle città, ma non (solo) ciascuna per sé ma in un ottica strategica e solidale di sviluppo di tutto il sud. I 15 piani per il sud ci sembrano più un modo (magari non voluto) di dividere che non di unire.

Ma perché il Governo ha osteggiato nei mesi scorsi in tutti i modi la collaborazione tra regioni e città metropolitane ?

Il sospetto è che da parte del Governo ci sia la tentazione di mettere in pratica una sorta di “divide et impera” per portare il tutto sotto l’egida di un centralismo romano.
 Dati SVIMEZ, in estate, escono delle anticipazioni, la più drammatica dice che il sud è sull’orlo del baratro e che non si riuscirà, praticamente mai a colmare il gap tra nord e sud, con un sud destinato alla marginalità e al sottosviluppo. Apriti cielo, e annuncio del Masterplan per settembre, di cui da ieri abbiamo l’indice.

Presentazione a fine ottobre dei dati SVIMEZ alla Camera e tra le tantissime ombre viene fuori però una crescita del sud del +0,1% in media nell’ultimo periodo. Ed ecco i canti di vittoria governativi, di politici anche del sud e di molta stampa che canta sempre nel coro del Governo di turno. (Specialmente se la vittima sacrificale è il sud).

 Poi leggendo si capisce anche che il nord cresce del +1%. Allora se così è, ipotizziamo una crescita costante di questo tipo per 10 anni e avremo che il sud sarà cresciuto del +1% e il nord del +10%. In pratica il divario nord – sud nella crescita sarebbe di un ulteriore 9%. A questo punto le previsioni SVIMEZ anticipate in estate dove si lanciava l’allarme di un sud che tende a restare sempre più indietro non sono proprio campate in aria.

Vedremo, si dice che nelle prossime settimane l’indice sarà riempito di contenuti. Ci piacerebbe sapere però, nel frattempo, quanti soldi, fino al 2023, pensa di investire il Governo al Nord. Così per capire. E vorremmo anche capire se sono fondi nazionali o Europei, perché si sa che al sud quelli europei tendono a sostituire quelli nazionali e non è proprio questo lo spirito che ispira tali fondi.

Un’ultima cosa, è ripreso alla grande l’offesa mediatica al sud con una presenza ossessiva di esponenti della Lega che raccontano le loro balle in TV e in ogni salsa e di pseudo giornalisti-presentatori-editorialisti che pontificano sul “sud male del mondo”. Ecco, diciamolo, non se ne può più.